SI VOCIFERA CHE IL NUOVO MINISTRO DELL'ISTRUZIONE VOGLIA FAR DURARE I LICEI 4 ANNI.... COSA FAREBBERO I DICIOTTENNI ED I PRECARI FUORI DALLA SCUOLA ?

C'è veramente l'esigenza di far durare i licei 4 anni? Il mondo del lavoro è pronto ad accogliere gran parte dei diciottenni italiani?   Capirei questa fretta di fare uscire presto dalla scuola gli studenti se ci fosse il lavoro ad aspettarli,  oppure comprenderei questo accorciamento del ciclo scolastico  se fosse possibile economicamente per tutte le famiglie mantenerli all'università, senza peraltro avere la certezza del conseguimento della laurea. Ma, con questo tasso di disoccupazione e le famiglie che non riescono a sbarcare il lunario, cosa dovrebbero aspettarsi questi baby-diplomati dopo 4 anni di scuola? La disoccupazione.
Finché in Italia non ci sarà lavoro per i giovanissimi non è meglio che questi ultimi stiano a scuola piuttosto che in strada o davanti alla TV? Almeno a scuola imparano, sono consigliati e protetti dagli insegnanti. 
Se questa riforma si estendesse a tutte le scuole cosa accadrebbe ai supplenti?
IL  PRECARIATO DELLA SCUOLA SAREBBE ELIMINATO: l'accorciamento del ciclo di studi eliminerebbe il problema dei precari trasformandoli in disoccupati.
Queste voci su queste trasformazioni mi rendono perplessa!

Commenti

Post popolari in questo blog

SE GLI INSEGNATI UTILIZZASSERO PROGRAMMI COME CLASSROOM, WESCHOOL O SIMILI GLI STUDENTI NON PERDEREBBERO UN GIORNO DI SCUOLA NELLE ZONE IN QUARANTENA PER IL CORONAVIRUS

Paure e perplessità